Finora ci avete visitato in 26376.

Polisportiva Godigese A.S.D.

La FIPAV e il Politecnico di Torino lavorano a un protocollo per il ritorno in campo

Nella giornata di giovedì la Giunta della Federazione Italiana Pallavolo, assieme al Direttore Tecnico del settore giovanile maschile Julio Velasco e al medico federale, dott. Sergio Cameli, ha incontrato in video conferenza il rettore del Politecnico di Torino, prof. Guido Saracco.
Presupposto di partenza dell’incontro è stata la reciproca volontà di un chiarimento su ciò che è accaduto nei giorni precedenti riguardo la nota vicenda da una versione circolata in modo ufficioso di un report redatto dal CONI, dal CIP e dal Politecnico di Torino dal titolo “Lo Sport riparte in sicurezza”. Il dossier aveva evidenziato il sorprendente risultato secondo il quale la pallavolo è lo sport a più alto rischio di contagio, conclusione tra l’altro del tutto estranea alla versione del lavoro poi pubblicata dal Politecnico.
Le parti, appurato che alla base di quanto accaduto c’è stato un grave equivoco di fondo (che comunque ha arrecato alla disciplina e all'Ateneo un danno di immagine), hanno manifestato la volontà di collaborare per favorire lo studio e la ricerca per la realizzazione di strumenti di protezione personale creati ad hoc per la pallavolo (come ad esempio mascherine in grado di adattarsi al viso degli atleti senza pregiudicarne le prestazioni), oltre che di voler condividere un percorso che porti alla stesura di un protocollo contenente le linee guida necessarie per un ritorno in campo.
La Fipav e il Politecnico di Torino, attraverso questo chiarimento e questa nascente collaborazione, hanno l’intenzione di ribadire la volontà di assicurare a tutti i tesserati un impegno costante nel tutelare la salute e il ritorno in campo in totale sicurezza nel momento in cui le autorità governative lo permetteranno.
 

VOLLEY: PRIME MISURE PER LA RIPARTENZA DELLE SOCIETA’



La pallavolo regionale e territoriale sta iniziando a muoversi per la riorganizzazione dell’attività pallavolistica e per facilitare la ripresa e l’avvio del prossimo anno sportivo, dopo la decisione da parte della Federazione Italiana Pallavolo di concludere in maniera definitiva tutti i campionati di ogni serie e categoria per la stagione 2019/20.


Le azioni che finora sono state valutate assieme al Consiglio Federale mirano ad aiutare le società pallavolistiche dal punto di vista economico, sia auspicando un intervento con i Ministeri dello Sport e dell’Istruzione per allentare o sospendere le incombenze relative alla gestione degli impianti sportivi, sia agendo sulle quote di riaffiliazione e dei tesseramenti.

Altri provvedimenti sui quali le federazioni si stanno concentrando riguardano la rimodulazione delle griglie di integrazione agli organici della prossima stagione e la proroga e revisione delle scadenze delle iscrizioni ai Campionati e della Cessione Diritti, in modo da concedere alle società maggiore elasticità nella programmazione, visto il periodo di incertezza che con ogni probabilità continuerà a perdurare nei prossimi mesi.

Il Consiglio Regionale, con la Consulta dei Presidenti Territoriali, ha inoltre deliberato di rimborsare ad ogni società le tasse delle gare non disputate in questa stagione, restituendo l’importo su richiesta o inserendolo in acconto sui pagamenti del prossimo anno sportivo.

PRIMI INTERVENTI DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE




CONSIDERATA la sopravvenuta emergenza epidemiologica da COVID-19 e richiamati i provvedimenti inerenti le misure adottate per il contrasto e il contenimento del diffondersi del Coronavirus – Ordinanza del Ministero della Salute d’intesa con la Regione Veneto n. 1 del 23.02.2020, DPCM 01.03.2020, DPCM 04.03.2020, DPCM 08.03.2020 e successivi, nonché decreti legge e ordinanze del Ministro della Salute; VISTE le comunicazioni (in data 24/02/2020 e 3-6-9 marzo 2020) di sospensione dal 24 febbraio al 3 aprile 2020, delle attività Associative inoltrate a tutte le associazioni comprese quelle assegnatarie per l’uso di locali e palestra comunali; CONSIDERATA l’attuale incertezza circa la durata dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;
RITENUTO pertanto: di determinare che si provveda alla rideterminazione del calcolo dell’ammontare dovuto dalle Associazioni in assegnazione d’uso per l’a.s. 2019/2020, per il periodo del solo utilizzo, in coerenza con la sospensione sopra descritta e fino a quando le attività non riprenderanno il loro normale svolgimento; ? che, stante l’attuale incertezza circa la durata dell’emergenza, tali importi potranno essere rideterminati solo quando il Governo non si pronuncerà in merito all’eventuale possibile ripresa delle attività stesse o al termine delle assegnazioni stesse; RITENUTO inoltre opportuno sospendere il pagamento della seconda rata relativa all’uso delle palestre comunali per l’a.s. 2019/2020, da parte delle Associazioni assegnatarie, prevista per il 15.04.2020 stante la sospensione dell’utilizzo.
Deliberazione della Giunta Comunale n. 34 del 26-03-20

I nostri partners

Link utili

Sito generato con sistema PowerSport